Sono piccoli accorgimenti che possiamo seguire fin da subito: per cambiare il mondo senza stravolgere la vita

Per cambiare il mondo non servono (solo) grandi azioni. Pochi, piccoli, accorgimenti nelle nostre abitudini quotidiane possono già fare la differenza. Non c'è momento migliore dell'estate per mettere in atto i buoni propositi. Ecco allora i nostri dieci consigli da seguire fin da subito, per far bene al pianeta. E a noi.

Chiudere il rubinetto lavando i denti

D’estate i consumi di acqua aumentano. Allora, iniziamo a mettere in campo qualche strategia per non sprecarla. Basta chiudere il rubinetto quando non necessario, ad esempio quando ci stiamo spazzolando i denti, e aprirlo solo per i risciacquo.

Stendere il bucato ad arte

Il vantaggio è duplice: si abbatte completamente il consumo di energia elettrica dell’asciugatrice. Poi, se abbiamo imparato a stendere correttamente i panni lasciando meno pieghe possibili, ecco che anche stirare sarà più facile e veloce. Con un consumo minore di energia per il ferro da stiro.
bucato.jpg

Accendere i condizionatori in auto

Non siamo impazziti: a volte anche accendere il condizionatore può far diminuire i consumi. Soprattutto in autostrada, quando si viaggia a velocità sostenute, abbassare i finestrini interviene negativamente sull’aerodinamica della vettura e può far lievitare i consumi fino al 20%. I moderni condizionatori invece incidono non oltre il 10%. A basse velocità invece il finestrino resta più conveniente.

Mangiare un’insalatona

La buona notizia è che probabilmente lo stiamo già facendo ed è un’ottima cosa, per il fisico e per l’ambiente. Mangiare frutta e verdura d’estate è più semplice, fa risparmiare tempo e denaro e sicuramente fa bene all’ambiente perché per la loro produzione si consumano meno risorse rispetto alla carne e ai suoi derivati. Un ultimo appunto: nelle gite fuori porta proviamo a individuare un produttore con vendita diretta. In questo modo risparmieremo all’ambiente anche la CO2 per il trasporto ne guadagneremo in gusto.

Chiudere le persiane

Durante le ore più calde, quando siamo fuori, tenere spalancate le imposte non serve. Le nonne un tempo dicevano che spalancando tutto si faceva entrare il caldo. E in effetti è proprio così. Tenendo le persiane accostate o le tapparelle abbassate, la sera avremo qualche grado in meno in casa. E così addio condizionatore.

Andare al lavoro in bicicletta

Fa parte dei buoni propositi di ogni anno. Meno CO2 e meno chili per presentarsi all’inverno. E allora perché quest’anno non proviamo a metterlo in atto?
bicicletta.jpg

Leggere le etichette

Bisognerebbe farlo tutto l’anno, ma in vacanza quando abbiamo un po’ più tempo possiamo approfittarne per studiare. Stiamo per preparare i panini per la gita in campagna o in piscina? Ecco, osserviamo un po’ meglio le confezioni dell’insalata o l’involucro del prosciutto. C’è scritto come smaltirle correttamente, suddividendo se necessario le diverse parti. È un patrimonio di conoscenze utili che ci rimarrà per tutto l’anno.

Fare lavaggi frequenti ma eco

In esatte si suda di più e ci si lava di più. Allora, dato che non ci troviamo di fronte a macchie di unto e grasso ma ad aloni leggeri, meglio evitare il prelavaggio e sfruttare le formule eco messe a disposizione dalle lavatrici. Il risparmio si aggira al 15/20% dell’energia. Mica male.

Rispolverare la borraccia

Vi ricordate quando da piccoli andavate in montagna e, a metà tragitto estraevate la vostra borraccia scorrendo che l’acqua era ancora meravigliosamente fresca? Bene, riprovare quella magnifica sensazione aumenterebbe che il benessere del Pianeta e degli Oceani. Diminuire il consumo delle bottigliette di plastica, infatti, sta diventando una priorità. E la cara, vecchia (ma esistono modelli nuovi, belli e funzionali) borraccia non può che esserci d’aiuto.

orto.jpg

Riscoprirsi ortolani

O meglio ortolani da balcone. È utile sotto tanti aspetti. Aiuta a rilassarci, ci permette di riutilizzare i rifiuti organici di casa trasformandoli in compost e per di più ci consetirà di avere almeno un bel mazzetto di aromatiche pronte all’uso. Il consiglio infatti è partire proprio dalle piante più semplici, come salvia, prezzemolo, menta, timo e rosmarino. Poi chissà il prossimo anno potrebbero essere cetrioli, pomodori. O avocado.

[BONUS TRACK] - Andare da Expert e Euronics

Scherziamo? Assolutamente no. In alcuni punti vendita di queste catene, infatti, è possibile scoprire quale impianto fotovoltaico con accumulatore - secondo la formula Sempre Tuo di Evolvere - possiamo installare sul nostro tetto e quali sono i risparmi possibili per i nostri consumi e per l'inquinamento ambientale.